ORNELLA VANONI

Biografia

Ornella Vanoni, nasce A Milano, il22 settembre 1934.

Figlia di un industriale farmaceutico, Ornella Vanoni nel 1953 si iscrive all'Accademia di arte drammatica del Piccolo Teatro di Giorgio Strehler.

Ornella Vanoni inizia a proporsi come cantante durante i momenti di pausa tra gli atti delle rappresentazioni teatrali cantando delle ballate della Rivoluzione Francese con una voce spigolosa ed insolita.

Nel 1956 Ornella Vanoni debutta come attrice in Sei personaggi in cerca d'autore di Pirandello. L'anno seguente autori come Strehler, Dario Fo, Fiorenzo Carpi, Gino Negri e Fausto Amodei costruiscono, a partire da vecchie ballate dialettali, delle canzoni, le così dette Canzoni della Mala, dove Ornella Vanoni canta le vicende di ragazzi uccisi in miniera, furfanti milanesi e carcerati calabresi (Canto di carcerati calabresi, La Zolfara, Le mantellate).

E' cosi' che Strehler organizza per Ornella Vanoni uno spettacolo che arriva al Festival di Spoleto nel 1959: cresce la curiosità e mistero per questa cantante, alimentato anche dal fatto che Strehler finge che questi canti siano antiche ballate ritrovate e riportate davanti al pubblico.

Nasce così l'immagine di Ornella Vanoni "cantante intellettuale" che sottolinea, tramite l'interpretazione e i gesti, i testi delle canzoni. La "Cantante della Mala" cosi' come viene soprannominata, ottiene un buon successo di critica ma incappa nella censura radiotelevisiva e in alcune critiche di snobismo altoborghese.

Ornella Vanoni inizia a incidere con la storica etichetta Ricordi, che apre con lei la sezione di musica leggera pubblicando alcuni singoli della mala (Senti come la vosa la sirena, Hanno ammazzato il Mario).

Nel 1960, terminato il sodalizio con Giorgio Strehler, Ornella Vanoni incontra Gino Paoli, con il quale incomincia una lunga collaborazione, che porterà anche ad una relazione sentimentale, e che le permette di cimentarsi in un genere di canzoni d'amore a lei ancora sconosciuto.

Nel 1963 nasce il figlio Cristiano, ma ben presto naufragano le nozze tra Ornella Vanoni e Lucio Ardenzi.

Ornella Vanoni, continua ad incidere brani di Gino Paoli (Anche se, Che cosa c'è), intraprendendo la via di un successo più popolare: vince nel 1964 al Festival di Napoli con "Tu sì 'na cosa grande" in coppia con Modugno, mentre con "Ammore mio" si classifica seconda.

Seguono una serie di partecipazioni al Festival di Sanremo: nel 1965 con Abbracciami forte, nel 1966 con Io ti darò di più (che diviene il suo più grosso successo commerciale degli anni Sessanta nonostante lei non amasse questa canzone), nel 1967 con La musica è finita, e nel 1968 con Casa bianca scritta da Don Backy, secondo posto in coppia con Marisa Sannia.

Nel 1970 Ornella Vanoni partecipa a Sanremo con il brano Eternità che le porta un buon successo ma col singolo successivo L'appuntamento di Roberto Carlos, Erasmo Carlos e Bruno Lauzi ottiene il suo maggiore successo commerciale, conquistando la prima posizione in hit parade, dove rimarrà per molti mesi.

In questi anni è anche protagonista in alcuni varietà televisivi.

Nel 1985 Ornella Vanoni compie un lungo tour con Gino Paoli che riscuote un grandissimo successo e da cui nasce il disco Insieme; nel frattempo lavora a teatro al fianco di Giorgio Albertazzi ottenendo critiche positive.

Negli anni 90 Ornella Vanoni inizia a diradare le sue apparizioni televisive e la produzione discografica è meno frequente.

 

HOME PAGE

CANTANTI ANNI 50

BIOGRAFIA

VIDEO

FOTO

SITO UFFICIALE